Seguici su

Trend

Nordic Walking, un allenamento completo

La camminata con i bastoncini può essere praticata ovunque (anche in città), in qualsiasi periodo dell’anno e soprattutto a tutte le età.

Pubblicato

il

Il Nordic Walking ci permette di allenare circa 600 muscoli, quasi il 90% del nostro corpo: rafforza braccia e spalle, migliora la postura e tonifica glutei e addominali. Oltre naturalmente ad avere effetti positivi sulla circolazione e sul benessere mentale.

Che cos’è

Si tratta di una camminata in cui le braccia spingono in modo opposto e alternato rispetto ai piedi con l’ausilio di appositi bastoncini. Durante questo tipo di allenamento viene coinvolto fino al 90% del nostro corpo.

Inizialmente praticata come forma di allenamento estivo dai fondisti, dal momento che permetteva loro di simulare le tecniche dello sci di fondo anche in mancanza di neve, questa disciplina si è diffusa rapidamente in molti Paesi. Può essere praticata ovunque, in qualsiasi periodo dell’anno e soprattutto a tutte le età. Per un primo approccio a questa pratica si possono sfruttare le strade cittadine, i parchi e le spiagge. On line è facile trovare gruppi che in tante città organizzano corsi e lezioni.

Il segreto è una tecnica corretta

Innanzitutto bisogna concentrarsi sull’esecuzione di una rullata senza errori. Quando si cammina, infatti, bisogna porre attenzione a ogni passo: si inizia con il contatto del tallone al suolo, si continua con il rotolamento sulla parte centrale del piene e si finisce con una spinta della punta.

Grazie all’utilizzo dei bastoncini, il Nordic Walking consente di allenare attivamente anche le braccia che altrimenti rimarrebbero inattive. Bisogna prestare molta attenzione a come muovere i bastoncini: quando il braccio viene portato indietro, la mano va aperta come a rilasciare i bastoncini e si richiude attorno all’impugnatura quando il braccio torna avanti. È importante, inoltre, appoggiare i bastoncini nel punto giusto, cioè a metà falcata. Se si puntano troppo in avanti, infatti, si rende difficoltosa la spinta, al contrario, se si puntano troppo indietro non si darà una spinta sufficientemente efficace da tonificare i muscoli (in particolare i tricipiti quando il braccio si estende indietro). Il busto deve essere e rimanere sempre eretto (come nella camminata normale del resto) anche quando sollecitato da una spinta e un ritmo maggiori.

Come scegliere l’attrezzatura giusta

Per ottenere il massimo beneficio dalla camminata on i bastoncini è importante scegliere le scarpe giuste, che siano di qualità, flessibili, con una buona aderenza e capacità di ammortizzamento e da scegliere anche in funzione del tipo di terreno sul quale si intende svolgere l’attività, terreno asfaltato, sterrato, erboso o sassoso. Trattandosi di uno sport molto di tendenza, oggi esiste un’ampia scelta di brand, modelli e colori in grado di soddisfare tutti i gusti e le esigenze.

Anche la scelta dei bastoncini deve essere ragionata. È bene acquistare bastoncini di qualità, tenendo presente che una pratica scorretta può causare dolori e fastidi. Quindi nella scelta bisogna prendere in considerazione diversi fattori: devono avere impugnatura e laccio confortevole e di qualità, essere leggeri e resistenti, capaci di assorbire le vibrazioni e avere una buona aderenza del puntale al terreno. Per quanto riguarda la lunghezza, una volta impugnati i bastoncini e appoggiati al terreno, il gomito deve formare un angolo retto.

I benefici

  1. Permette di allenare contemporaneamente diversi gruppi muscolari come quelli di braccia, schiena, addome, glutei e piedi;
  2. comporta un dispendio energetico superiore del 20% rispetto a una camminata senza bastoncini;
  3. migliora le condizioni dell’apparato respiratorio e cardiovascolare;
  4. migliora la flessibilità delle articolazioni;
  5. aumenta la resistenza fisica;
  6. migliora la postura;
  7. riduce i carichi che interessano le articolazioni del ginocchio;
  8. riduce lo stress.

Ovviamente per poter godere di questi benefici occorre un po’ di costanza. Si consigliano 1/2 allenamenti settimanali di almeno 30′.

Buona camminata!