Seguici su

Ciao, cosa stai cercando?

Alimentazione

La dieta alcalina: equilibrio del pH per il benessere del corpo

I principi della dieta alcalina, gli alimenti consigliati, i benefici e le possibili controindicazioni della dieta per mantenere l’equilibrio del pH corporeo

La dieta alcalina: equilibrio del pH per il benessere del corpo
Dieta alcalina (©depositphotos)

La dieta alcalina si basa sull’idea che determinati alimenti possano influenzare il pH del corpo, rendendolo più alcalino (meno acido). Il pH è una scala che misura l’acidità o l’alcalinità di una sostanza, con valori che vanno da 0 a 14. Un pH di 7 è neutro, valori inferiori indicano acidità e valori superiori indicano alcalinità. Secondo i sostenitori di questa dieta, mantenere un pH corporeo più alcalino può migliorare la salute generale e prevenire malattie.

Principi della dieta alcalina

Il principio fondamentale della dieta alcalina è che i cibi che consumiamo possono alterare il pH del nostro corpo. Gli alimenti vengono classificati come acidi, neutri o alcalini in base al loro effetto sull’equilibrio acido-base del corpo dopo la digestione e il metabolismo. La dieta incoraggia il consumo di cibi alcalini, come frutta e verdura, e limita quelli acidi, come carne, latticini, zuccheri raffinati e cereali.

Cosa mangiare nella dieta alcalina

Alimenti consigliati:

  1. Frutta e verdura: broccoli, spinaci, cavolfiore, carote, cetrioli, banane, mele, pere, limoni (nonostante il sapore acido, hanno un effetto alcalinizzante sul corpo).
  2. Legumi e frutta Secca: mandorle, lenticchie, fagioli.
  3. Cereali integrali: quinoa, amaranto.
  4. Acqua e tisane: acqua alcalina, tisane alle erbe.

Alimenti da limitare:

  1. Proteine animali: carne rossa, pollo, pesce.
  2. Latticini: latte, formaggi, yogurt.
  3. Zuccheri raffinati e dolci: bibite zuccherate, pasticcini, caramelle.
  4. Cereali raffinati: pane bianco, riso bianco, pasta.

Benefici della dieta alcalina

Alcuni studi suggeriscono che una dieta ricca di cibi alcalini possa contribuire a prevenire la perdita di calcio nelle ossa, riducendo il rischio di osteoporosi. Gli alimenti alcalini, essendo ricchi di antiossidanti e nutrienti, possono inoltre aiutare a ridurre l’infiammazione nel corpo. Consumare cibi più naturali e meno processati può contribuire a mantenere livelli di energia più stabili e una dieta ricca di frutta e verdura e povera di alimenti trasformati può favorire la perdita di peso.

Controindicazioni e critiche

Nonostante i potenziali benefici, la dieta alcalina ha alcune controindicazioni e critiche:

  1. Limitazioni nutrizionali: escludere interi gruppi alimentari, come le proteine animali, può portare a carenze nutrizionali se il regime alimentare non viene pianificato bene.
  2. Evidenza scientifica limitata: molti dei benefici proclamati dalla dieta alcalina non sono supportati da evidenze scientifiche solide. Il corpo umano è molto bravo a mantenere un pH equilibrato da solo, indipendentemente dalla dieta.
  3. Sostenibilità: la dieta può essere difficile da seguire a lungo termine a causa delle restrizioni alimentari significative.
E tu cosa ne pensi?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Copyright © 2024 Hoopy S.r.l. - P.IVA: 02612910998