Seguici su

Ciao, cosa stai cercando?

Fitness

Il core: fondamentale nucleo del nostro benessere

Cos’è il core, perchè è importante e come allenarlo

2 sportivi in posizione di plank
2 sportivi in posizione di plank depositphotos

Il termine “core” si riferisce al nucleo del nostro corpo, un insieme intricato di muscoli che compongono il corsetto addominale. Questi muscoli includono il trasverso, gli addominali obliqui interni ed esterni, il retto addominale, il muscolo multifido, il quadrato dei lombi, i muscoli paraspinali, i muscoli del pavimento pelvico, il grande e medio gluteo. Insieme, formano un ingranaggio perfetto che opera in sinergia per garantire la stabilità lombo-pelvica e favorire il trasferimento ottimale di forze attraverso il corpo.

Il core svolge un ruolo cruciale nel garantire la stabilità del corpo durante le attività quotidiane e gli sforzi atletici. Questa stabilità non solo protegge la colonna vertebrale da lesioni e dolori, ma ha un impatto positivo sull’igiene posturale, contribuendo a prevenire patologie legate ad anomalie della schiena. Un core forte non solo migliora le prestazioni atletiche, ma sostiene anche le attività quotidiane, promuovendo una postura corretta e riducendo il rischio di infortuni. Investire nell’allenamento del core diventa quindi un elemento chiave per un benessere generale, influenzando positivamente la salute e la funzionalità di tutto il corpo.

Allenamento del core: una prospettiva olistica

Per allenare efficacemente il core è essenziale adottare un approccio olistico che coinvolga una varietà di esercizi mirati. L’allenamento dovrebbe andare oltre gli esercizi tradizionali degli addominali e includere movimenti funzionali che coinvolgono diversi gruppi muscolari. Gli esercizi di plank, ad esempio, sono noti per essere altamente efficaci nel coinvolgere i muscoli del core senza generare stress inutile sulla colonna vertebrale. L’uso di attrezzature come fitball, kettlebell o bosu ball può aggiungere variabilità e sfida all’allenamento, stimolando i muscoli  a lavorare in modo più dinamico per mantenere la stabilità. Inoltre, è importante incorporare esercizi che coinvolgano movimenti nei segmenti corporei più distanti, come rotazioni e sollevamenti delle gambe.

Esercizi efficaci

Per un allenamento completo ed efficace, è consigliabile adottare il metodo del circuit training, coinvolgendo una serie di esercizi mirati che lavorano in sinergia per rinforzare i muscoli del corsetto addominale. Per i principianti, si consiglia di eseguire da 8 a 15 ripetizioni ad esercizio o di mantenere una posizione statica-isometrica per circa 30 secondi o fino a 1 minuto. Non sono necessari recuperi se si alternano i gruppi muscolari, e si consiglia di completare almeno 3-6 giri del circuito.

  1. Plank: questo esercizio è un caposaldo per il core, concentrando l’attenzione sul rinforzo degli addominali, compresi il retto e il trasverso, oltre alla bassa schiena. Dal corpo prono, con gli avambracci a terra sotto il corpo, sollevare i fianchi e il busto mantenendo il corpo allineato dalle caviglie al collo. Questo esercizio isometrico può essere eseguito a ripetizioni o in isometria.
  2. Plank con gamba alzata: una variante del plank classico, coinvolge anche il grande gluteo. In posizione di plank, si eseguono slanci alternati delle gambe verso l’alto, staccando i piedi dal pavimento, questo esercizio può essere svolto sia in isometria che alternato.
  3. Ponte: questo esercizio isometrico attiva diversi muscoli del core, inclusi il grande gluteo e il trasverso. In posizione supina, con le ginocchia flesse e i piedi a terra, sollevare i glutei mantenendo la posizione di ponte.
  4. Plank laterale: basato sulla posa yoga Vasisthasana, questa variante coinvolge soprattutto il trasverso, il quadrato dei lombi, gli abduttori e altri muscoli del torace e delle spalle. Eseguita su un fianco, può essere un esercizio isometrico o a ripetizioni, da ripetere su entrambi i lati.
  5. Prone flutters: questo esercizio recluta soprattutto i muscoli multifidi nella parte bassa della schiena, essenziali per la stabilizzazione della colonna vertebrale. Sollevando alternativamente un braccio e una gamba, è efficace sia svolto in isometria che a ripetizioni su entrambi i lati. Integrando questi esercizi in un circuito, si può ottenere un allenamento completo del core, favorendo la stabilità, la forza e la prevenzione delle lesioni.

In conclusione, il core rappresenta il cuore pulsante della nostra forza fisica e della stabilità, fornendo un sostegno fondamentale per ogni movimento che compiamo. La consapevolezza della sua importanza va ben oltre la ricerca di un addome tonico; si estende al mantenimento della salute della colonna vertebrale, alla prevenzione di lesioni, all’ottimizzazione delle prestazioni atletiche e alla promozione di uno stile di vita attivo e bilanciato. La chiave del successo nell’allenamento del core risiede nella coerenza e nella progressione graduale; dedica tempo e impegno al tuo core, e sarai ricompensato con una sensazione di forza interiore che si rifletterà in ogni aspetto della vita.

E tu cosa ne pensi?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Copyright © 2024 Hoopy S.r.l. - P.IVA: 02612910998