Seguici su

Ciao, cosa stai cercando?

Fitness

Plank laterale: esecuzione, benefici e muscoli coinvolti

Come eseguire correttamente il plank laterale, coinvolgendo i muscoli stabilizzatori e ottenendo benefici duraturi

Plank laterale: esecuzione, benefici e muscoli coinvolti
Plank laterale (©depositphotos)

Il plank laterale, o side plank, è un esercizio di allenamento fondamentale che mira a rafforzare il core e migliorare l’equilibrio. Spesso trascurato a favore del plank tradizionale, questa variante offre un’opportunità dinamica per coinvolgere diversi gruppi muscolari e migliorare la stabilità complessiva. Con una corretta esecuzione e una comprensione dei muscoli coinvolti, il plank laterale può diventare un’aggiunta preziosa a qualsiasi routine di fitness.

Esecuzione Corretta

Per eseguire correttamente il plank laterale, segui questi passaggi:

  1. Posizione di partenza: appoggia la mano al pavimento tenendo il braccio teso o il gomito appoggiato, pianta un piede ben saldo a terra e crea una linea retta dalla testa ai piedi
  2. Stabilità: contrai i muscoli addominali e glutei per mantenere il corpo sollevato, evitando di far collassare i fianchi verso il basso.
  3. Allineamento: mantieni il collo in posizione neutra, allineato con la colonna vertebrale, e guarda dritto verso l’orizzonte.
  4. Respirazione: mantieni una respirazione regolare e controllata durante l’esercizio. Evita di trattenere il respiro.
  5. Tempo: cerca di mantenere la posizione per almeno 30 secondi, aumentando gradualmente il tempo man mano che migliora la tua resistenza.
  6. Ripetizione: ripeti l’esercizio sul lato opposto per garantire un lavoro bilanciato dei muscoli.

Muscoli coinvolti

Il plank laterale coinvolge principalmente i seguenti muscoli:

  • Obliqui: situati sui lati dell’addome, i muscoli obliqui interni ed esterni sono responsabili della flessione laterale e della rotazione del tronco.
  • Trasverso dell’addome: situato sotto gli obliqui, il trasverso dell’addome agisce come un corsetto naturale, stabilizzando la colonna vertebrale e contribuendo alla compressione dell’addome.
  • Quadricipiti: questi muscoli anteriori della coscia vengono attivati per mantenere la posizione stabile e supportare il peso del corpo.

Benefici duraturi

L’inclusione del plank laterale nella tua routine di allenamento offre numerosi benefici a lungo termine, tra cui:

  • Rafforzamento del core: il plank laterale mira specificamente ai muscoli laterali dell’addome, fornendo un lavoro completo per un core più forte e stabile.
  • Miglioramento dell’equilibrio: l’instabilità controllata dell’esercizio aiuta a migliorare l’equilibrio e la coordinazione, fondamentali per molte attività quotidiane e sportive.
  • Prevenzione delle lesioni: rinforzare i muscoli stabilizzatori del core può ridurre il rischio di lesioni alla schiena e migliorare la postura complessiva.
  • Variazione nell’allenamento: integrando il plank laterale nella routine, puoi aggiungere varietà e sfida all’allenamento, evitando la monotonia e stimolando la crescita muscolare.
E tu cosa ne pensi?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Potrebbe interessarti

Alimentazione

Alcune ricette facili e veloci per una cena senza carboidrati

Salute

L'anatomia e l'importanza dei muscoli pelvici con esercizi per potenziarli e mantenere la salute intima

Alimentazione

Contrastare l'infiammazione cronica del nostro corpo con l'alimentazione

Trend

Alla scoperta dello scialpinismo come tendenza in crescita per mantenersi in forma

Copyright © 2024 Hoopy S.r.l. - P.IVA: 02612910998