Seguici su

Idee e consigli

Journaling, è ora di mettere nero su bianco!

Prendere carta e penna, si è scoperto, è il modo perfetto per liberare la mente e migliorare la propria salute mentale. Quindi lascia che le emozioni confluiscano sulla pagina, scrivi su un diario i sentimenti per trovare serenità e pace interiore. 

Pubblicato

il

La scrittura come forma di cura

Spesso mettere nero su bianco i pensieri che ci turbinano nella testa aiuta a elaborarli nel modo corretto, soprattutto se si è inclini a rimuginare troppo sulle cose.

Prendere carta e penna, si è scoperto, è il modo perfetto per liberare la mente e migliorare la propria salute mentale. Quindi lascia che le emozioni confluiscano sulla pagina, scrivi su un diario i sentimenti per trovare serenità e pace interiore.

5 modi in cui tenere un diario può migliorare la tua salute mentale

1. Per trovare soluzioni ai tuoi problemi

Spesso si trovano le idee migliori parlandone con qualcun altro. Un pensiero appena abbozzato genera improvvisamente qualcosa di più grande quando lo si condivide.

Scrivere su un diario ti consente di raggiungere lo stesso risultato senza che un’altra persona possa influenzare i tuoi pensieri.

Sviscerare per iscritto un problema, ti consente di vedere più chiaramente una serie di possibili scenari e soluzioni. E come vedere il problema da un altro punto di vista, più oggettivo. In questo modo sarà più semplice fare una valutazione e prendere una decisione.

2. Quando e dove vuoi

Alcuni giorni potresti non aver nulla da scrivere, altri invece sì, magari cose da ricordare in un secondo momento. Il Journaling non deve essere un ulteriore impegno che si somma ai mille della giornata, ma essere una via di fuga. Quando sei stressato o confuso deve essere un sollievo.

3. Per raggiungere più facilmente i tuoi obiettivi

Essere in grado di “spuntare” letteralmente i tuoi obiettivi rende la loro realizzazione più verosimile.

Ti consente di capire a che punto sei arrivato nel raggiungimento di un traguardo.

Rileggere le pagine vecchie ti aiuta a prendere coscienza del fatto che sei capace di raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato… semplicemente perché l’hai già fatto in passato!

Il senso di realizzazione che ne consegue, ti motiva ad andare avanti e a continuare a dedicare tempo a te stesso scrivendo un diario.

4. Per gestire meglio le emozioni

Cercare di tenere nascoste le emozioni è come mettere dentro una pentola a pressione, con il risultato che invece di ottenere reazioni sane ai trigger ottieni un’esplosione.

Trasferire il flusso di coscienza su carta lo fa “uscire” dal tuo cervello e gli impedisce di condizionare il resto della tua giornata. Inoltre, una volta che i problemi sono su carta tendono a sembrare più piccoli e molto più facili da affrontare.

5. Valido strumento di self help

Consulti amici e famigliari su come affrontare una determinata situazione? Gli illustri tutti gli scenari possibili e li interroghi per sapere cosa farebbero al tuo posto? Questo atteggiamento, in genere, non è efficace per almeno due motivi (oltre al fatto che stufi la gente!). In primo luogo, nessuno può dirti come agire nella maniera giusta (semplicemente perché non lo sa e non è te) e secondariamente perché ti fornisce un eccellente alibi in caso di fallimento che ti porterà a pensare “ecco, avrei fatto meglio ad agire di testa mia…”. Scrivere su un diario per te stesso, ti dimostra che possiedi tutti gli strumenti per decidere da solo. Non dobbiamo dipendere da nessun altro quando si tratta di prendere decisioni per la nostra vita e la nostra salute mentale.

Ti abbiamo convinto?

Se hai voglia di provare, ma non sai proprio da dove cominciare, tieni presente che esistono tantissimi “diari guidati” organizzati in sezioni e con esercizi che possono aiutarti almeno all’inizio.