Seguici su

Ciao, cosa stai cercando?

Idee & Consigli

Gestire lo stress sul lavoro, le pratiche per migliorare il benessere aziendale

L’evento “Sane abitudini, aziende sane” organizzato da Fitprime ed Equilibra ha esplorato come gestire lo stress sul lavoro. Esperti hanno discusso soluzioni per migliorare il benessere psicologico e fisico dei dipendenti, aumentando produttività e soddisfazione

Gestire lo stress sul lavoro, le pratiche per migliorare il benessere aziendale con Fitprime
Stress sul lavoro (© Depositphotos)

Il benessere psicologico dei dipendenti è diventato una priorità per molte aziende. Questo è stato il tema centrale della terza edizione di “Sane abitudini, aziende sane”, evento organizzato da Fitprime in collaborazione con Equilibra. Tenutosi il 4 giugno a Le Village, Milano, l’evento ha visto la partecipazione di esperti in neuroscienze, psicofisiologia, nutrizione e coaching, tutti uniti per esplorare come ridurre lo stress sul lavoro e migliorare la produttività.

L’importanza del benessere psicologico e le radici dello stress

Le aziende sono sempre più consapevoli della necessità di promuovere un ambiente di lavoro sano e accogliente. Creare una cultura del benessere non solo aumenta la soddisfazione dei dipendenti, ma migliora anche le performance aziendali. La salute mentale è una responsabilità aziendale che richiede strumenti adeguati per affrontare le sfide della vita lavorativa, come il work-life balance e lo stress.

Secondo gli esperti intervenuti, lo stress è un fenomeno che incide profondamente sulla salute psicofisica dei lavoratori. Michela Balconi, Professore Ordinario di Psicofisiologia e Neuroscienze Cognitive all’Università Cattolica di Milano, ha sottolineato come lo stress possa alterare i comportamenti e ridurre la produttività. Un corretto equilibrio tra alimentazione e stile di vita può contrastare lo stress e migliorare la qualità della vita.

Case history e soluzioni efficaci

Durante la seconda tavola rotonda, sono state analizzate le iniziative di wellbeing adottate dalle aziende. Aziende come Rai Pubblicità e Unilever hanno implementato soluzioni come abbonamenti a palestre, sessioni con nutrizionisti e psicoterapeuti, attività di meditazione e outdoor training. Questi interventi non solo migliorano il benessere dei dipendenti, ma creano anche un ambiente di lavoro più dinamico e flessibile.

L’impatto degli integratori alimentari

Un altro aspetto trattato è stato l’uso degli integratori alimentari per supportare il benessere psicofisico. Franca Marangoni della Nutrition Foundation of Italy ha evidenziato come gli integratori possano aiutare a riequilibrare mente e corpo, migliorando la qualità del sonno e delle abitudini alimentari.

Workshop interattivo, lo Stuck State

L’evento si è concluso con un workshop interattivo guidato da Marta Iacopini e Luigi Poto di Coaching Theatre. Il workshop, intitolato “Lo Stuck State, quando la mente ci intrappola”, ha invitato i partecipanti a riflettere sulle dinamiche dello stress da lavoro e a esplorare risposte creative per superarlo. Questo approccio ha dimostrato come le aziende possano adottare metodi innovativi per favorire il benessere dei propri dipendenti.

“Sane abitudini, aziende sane” ha sottolineato l’importanza di un impegno congiunto tra scienza e imprese per promuovere la salute mentale. Le aziende devono assumersi la responsabilità di creare un ambiente di lavoro che supporti il benessere psicologico e fisico dei dipendenti, adottando soluzioni innovative e mirate.

E tu cosa ne pensi?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità

Copyright © 2024 Hoopy S.r.l. - P.IVA: 02612910998